Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 relativo alla formazione degli ASPP e RSPP

Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 relativo alla formazione degli ASPP e RSPP

E’ stato approvato in data 7 luglio 2016, ma non ancora publicato in G.U., il testo definitivo dell’Accordo Stato Regioni relativo alla formazione degli ASPP e RSPP.
Il testo del nuovo Accordo Stato Regioni contiene anche modifiche alla formazione anche di lavoratori e datori di lavoro, nonchè indicazioni su altri temi della formazione.

Vediamo alcuni punti dell’Accordo Stato Regioni 7/7/2016 e le principali novità incluse:

  1. Individuazione di ulteriori titoli di studio validi ai fini dell’esonero dalla frequenza ai corsi di formazione.
  2. Individuazione dei soggetti formatori e sistema di accreditamento.
  3. Requisiti dei docenti uniformati al D.I. 06/03/2013.
  4. Organizzazione del corso: come per i lavoratori, il numero massimo di partecipanti al corso è di 35 persone e viene ribadito che è necessario partecipare ad almeno il 90% del percorso formativo per ottenere l’attestazione.I due elementi più importanti sono:
    1) l’erogatore del corso e-learning deve essere un ente abilitato all’erogazione dei corsi ASPP/RSPP;
    2) non è più prevista la verifica in presenza;
    3) la formazione e-learning viene prevista anche per il modulo specifico dei lavoratori in attività a rischio basso.
  5. Indicazioni sulla metodologia di insegnamento e apprendimento, in riferimento anche alla modalità di erogazione dei corsi in e-learning.
  6. Nuova articolazione, obiettivi e contenuti del percorso formativo ASPP/RSPP
    Il corso subisce importanti modifiche. Rimangono pressochè invariati, tranne aggiornamenti dei contenuti, il modulo A, che rimane di 28 ore, e il modulo C, che rimane di 24 ore. La vera rivoluzione è il modulo B. Fino ad ora, erano presenti 9 moduli B a seconda della tipologia di attività, che prevedevano dalle 12 alle 68 ore. Non erano previsti esoneri o equipollenze tra i vari moduli, quindi chi voleva esercitare su tutti le tipologie aziendali, si doveva sorbire 9 moduli dai contenuti, spesso, simili se non sovrapponibili. Ora, il modulo B è unico per tutti e dura 48 ore. Per alcune tipologie di aziende, è necessario conseguire dei moduli aggiuntivi e specifici: per la pesca e l’agricoltura; estrazione e costruzioni; sanità residenziale; chimico e petrolchimico.
  7. Definizione dei criterti di valutazione degli apprendimenti.
  8. Riconoscimento della formazione pregressa.
  9. Modalità di aggiornamento: l’aggiornamento viene ridotto drasticamente; ASPP: 20 ore ogni 5 anni, invece di 24; RSPP: 40 ore ogni 5 anni, invece di 40, 60 o 100 in base ai settori.
  10. Decorrenza dell’aggiornamento: viene definita la data di inizio del quinquennio, con particolare riguardo a coloro che usufruiscono di esoneri in base al titolo di studio. In caso di mancato aggiornamento nel periodo previsto (quinquennio, triennio o quadriennio) il soggetto non deve ripetere il corso iniziale ma dovrà mettersi in pari con l’aggiornamento. Fino al raggiungimento del monte ore previsto, egli non potrà più svolgere i compiti che l’abilitazione gli permetteva (RSP/ASPP, CSE/CSP, addetto alla conduzione di attrezzature, incaricato primo soccorso ecc.).

Come anticipato, il nuovo Accordo Stato-Regioni del 7 Luglio 2016, seppur rivolto alla modifica del precedente Accordo del 26 gennaio 2006, in realtà contiene modifiche di aspetti specifici di accordi precedenti. Una delle novità più rilevanti riguarda la modifica delle modalità per la collaborazione con gli organismi paritetici dell’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 in riferimento alla formazione dei llavoratori.
Viene di fatto, con il nuovo Accordo, eliminato qualsiasi riferimento agli “enti blaterali”.

Per una sintesi dei principali cambiamenti che saranno introdotti sulla formazione con il nuovo Accordo Stato Regioni , è stato elaborato un documento che è possibile scaricare da questa stessa pagina.

Case History

Quali prodotti e servizi mi garantiscono un margine migliore? Quali attività ...
IL CLIENTE: Azienda leader nello stampaggio di articoli in gomma per il ...

Come Trovarci

PROGETTO E SISTEMI

Sede Legale: Corso Francia, 85
10141 - Torino (Italy)

Sede Operativa: Via A. Volta, 26
10040 - Druento (TO)

P. IVA 10489540012

Tel.  (+39) 011/198.244.29

Fax  (+39) 011/198.354.75

info@progettoesistemi.it

News & Comunicati

Bandi INAIL - FIPIT 2015
E' stato approvato il Bando FIPIT 2015, esso ...
Auguri per un Buon Natale ed un Felice Anno Nuovo
    PROGETTO E SISTEMI augura un buon ...
Ambiente: Paesaggio e Pianificazione Paesaggistica
Arch. Lucio De Benedictis Il paesaggio è ...
Ambiente: Acqua e Suolo, beni da salvaguardare e bonificare
Negli ultimi anni, le tematiche ambientali hanno ...
Formazione attrezzature da lavoro:cosa cambia?
Dal 12/03/2015 cambiano le modalità per la ...
Inail: incentivi a fondo perduto sicurezza sul lavoro
Anche quest’anno l'Inail sostiene le imprese ...

Iscriviti alla nostra newsletter: